Carrello

News

L'archeologia subacquea incontra i piccoli dell’Unità Operativa di Oncoematologia pediatrica di Palermo

[img]http://serhost.digimaweb.it/file/attachment/2014/05/d5d1f1f71a4a3707a077d64c9a2f047b_view.jpg[/img]Verde come le alghe, blu come il mare
Il mare e l’archeologia subacquea raccontata ai piccoli dell’oncoematologia pediatrica di Palermo

Nell’ambito delle attività di promozione e divulgazione della Soprintendenza del Mare, nel mese di maggio, l’Unità Operativa di Oncoematologia pediatrica dell’ARNAS Civico, Di Cristina e Benfratelli di Palermo ha ospitato, presso la sua ludoteca, un incontro con i giovani pazienti del reparto. Il progetto, nato dalla collaborazione delle insegnanti dell’Istituto comprensivo Nuccio di Palermo – Scuola in ospedale, con la Soprintendenza del Mare e il Dott. Paolo D’Angelo – primario dell’Unità di Oncoematologia pediatrica, ha visto la partecipazione dei giovani ospiti della struttura che hanno aderito in maniera attiva e consapevole alle dimostrazioni effettuate nel corso della mattinata. L’entusiasmo e l’esperienza messi a disposizione con grande generosità dalle associazioni ASLTI – Liberi di crescere e SPYA, hanno consentito la realizzazione di un breve percorso teorico e pratico che ha avvicinato i piccoli da 3 a 10 anni al mondo del mare, dei fondali e dell’archeologia subacquea. Alessandra De Caro, responsabile delle attività di promozione della [img]http://serhost.digimaweb.it/file/attachment/2014/05/0863619d6372a7ac2a332bbcf901bc8e_view.jpg[/img]Soprintendenza ha intrattenuto i bimbi presentando loro i tanti aspetti del mondo sommerso, coinvolgendoli nell’affascinante mondo delle ricerche subacquee e della salvaguardia dell’ecosistema marino. Salvo Emma del Nucleo subacqueo della Soprintendenza del Mare ha presentato, coinvolgendo direttamente i piccoli, le attrezzature subacquee, alcune riproduzioni di reperti archeologici, macchine fotografiche e videocamere subacquee, muta, maschera, pinne, bombole, GAV e un metal detector subacqueo.
A conclusione della mattinata è stato proiettato un breve documentario subacqueo “Una Cernia nel blu”, realizzato per i bambini da altri bambini (all'interno di un progetto scolastico realizzato da Riccardo Cingillo presso la scuola Ingrassia di Palermo) che hanno prestano le loro voci a numerose specie di pesci del Mediterraneo. Un'altra occasione per “viaggiare” nel meraviglioso mondo marino e avere come “guide” la fauna e la flora marina, che grazie alle voci prestate dai bambini, hanno potuto presentarsi direttamente agli ascoltatori. Una copia del documentario, insieme a materiale didattico è stato donato alle maestre della scuola in ospedale Nuccio al fine di inserirli nelle loro attività ludico-didattiche. Le foto finali di rito hanno preceduto la consegna di alcuni libri e documentari prodotti dalla Soprintendenza che sono stati donati al Primario Dott. Paolo D’Angelo e alla scuola in ospedale – Istituto Comprensivo Nuccio di Palermo.
Questo è soltanto il primo degli incontri previsti all'interno del progetto “Verde come le alghe, blu come il Mare”, titolo suggerito da Thomas, uno dei bimbi ospiti del reparto. Nelle prossime settimane sono infatti in programma altri incontri presso il reparto di Oncoematologia pediatrica e per la fine dell’estate, grazie alla grande disponibilità e sensibilità del Dott. D’Angelo, saranno organizzate delle escursioni didattiche direttamente a mare. Grazie alla disponibilità dell’Associazione ASLTI, i bambini inoltre hanno partecipato il 27 maggio all’evento organizzato dalla Soprintendenza del Mare all’Arsenale della Marina Regia nell’ambito della Settimana delle culture. Uno spettacolo per bambini a cura della Scuola materna comunale Peralta e della sezione A della Scuola materna comunale Stella Marina di Palermo e un’attività didattica con un laboratorio a cura dell’Associazione Verdeblu di Palermo dal titolo “Il Mare e le credenze comuni” hanno animato la giornata, che ha visto la partecipazione di numerose scolaresche, genitori e volontari.

Si ringraziano:
Il Dott. Paolo D’Angelo
Primario dell’Unità operativa di Oncoematologia pediatrica ARNAS Civico, Di Cristina e Benfratelli di Palermo

Antonina Mancia
Dirigente scolastico dell’I. C. Nuccio di Palermo – Scuola in ospedale 
presso l’Unità operativa di Oncoematologia pediatrica 

Le insegnanti della Scuola in ospedale 
Anna Calia 
Gisella Musumeci 
Lia Ognibene 
Aurora Valenti 
Simona Passalacqua 

L’Associazione ASLTI – Liberi di crescere 
presso l’Unità operativa di Oncoematologia pediatrica di Palermo 
Ilde Vulpetti 
Santina Boschi 
Paola Guadagna 

L’Associazione SPYA – Associazione Siciliana Immunodeficienze Primitive 
presso l’Unità operativa di Oncoematologia pediatrica di Palermo

Riccardo Cingillo 
per il documentario “Una Cernia nel blu” 

I genitori e i volontari che hanno collaborato all'iniziativa

Ideatori e curatori del progetto sono: 
Alessandra De Caro, responsabile Unità Operativa Valorizzazione e promozione del patrimonio sommerso 
Salvo Emma, responsabile Ufficio Relazioni con il Pubblico della Soprintendenza del Mare
[img]http://serhost.digimaweb.it/file/attachment/2014/05/bf4b2a9a57c1dcdd4650ac7e5f00c2c7_view.jpg[/img][img]http://serhost.digimaweb.it/file/attachment/2014/05/ad3ae6f371347c91b20f6a2c81712420_view.jpg[/img]

Leave a Reply