Skip to main content

Carrello

News

Intervento con inserimento di 2 stent alle coronarie e subacquea

Buongiorno,
Sono stato operato il 26 Novembre con inserimento di 2 stent alle coronarie.
Recupero fisico e psicologico rapido, insomma mi sento bene.
Ho chiesto al momento della dimissione, e mi è stato detto che potrò ritornare alle mie amate foto e filmati senza eccedere e senza superare i canonici 30 mt.Sono un puro ricreativo rescue padi e non ho mai superato i 40 mt. Mi dia un consiglio. Nn vorrei dimenticare la bellezza di quanto amo.
Grazie per una cortese risposta
Giuseppe Conti (anni 62)

Risponde Pasquale Longobardi

Gent. Giuseppe Conti grazie per l’attenzione.
In accordo con le raccomandazioni dell’European Diving Technology Committee (EDTC), in seguito ad angioplastica coronarica, è necessario attendere almeno tre mesi prima di sottoporsi a visita medica per l’idoneità all’attività subacquea (in assenza di sintomi).
Alla visita è necessario portare un elettocardiogramma da sforzo con valutazione del Metabolic Equivalent of Tasks (METS) – eseguito al massimo nel mese precedente. Utile anche una ecocardiografia con valutazione della frazione di eiezione ventricolare.
Se l’esame strumentale fosse nella norma e la visita medica non evidenziasse altre problematiche, sarà possibile riprendere l’attività subacquea in sicurezza nell’ambito di quanto permesso dal brevetto del subacqueo (senza ulteriori limitazioni di profondità massima).
Ciao, Pasquale

pasqualelongobardi

Leave a Reply