Skip to main content

Carrello

News

Liberato il tubo sublacuale a Gardone Riviera

Liberato il tubo sublacuale a Gardone Riviera
Fondamentale il lavoro di squadra con il Nucleo Sommozzatori Volontari del Garda
Liberato il tubo sublacuale a Gardone Riviera sul quale era appoggiata la chiatta di 40 tonnellate affondata nei giorni scorsi.
La vicenda
«Grazie ad un intenso lavoro di squadra la minaccia di una rottura della tubazione sublacuale di Gardauno a Gardone Riviera si può dire ragionevolmente superata – scrive il Nucleo Sommozzatori dei Volontari del Garda -. Non è stato facile dare il nostro contributo. La paura di molti di prendersi la propria parte di responsabilità per evitare un vero e proprio disastro ambientale ci ha condizionato parecchio. Quello che ci ha fatto andare a fondo della questione è stato il pensiero che fosse più giusto sporcarsi le mani per dare un aiuto piuttosto che rimanerne comodamente CONTINUA…

Leave a Reply