Per il VI Convegno nazionale, centinaia di studiosi e ricercatori da Italia, Germania, Malta e Spagna. Il decano Fozzati, “Indirizzare i giovani studiosi verso l’approccio multidisciplinare, naturalistico e del paesaggio”

Nella prima giornata, un minuto di silenzio, in piedi, per ricordare Sebastiano Tusa, in occasione del VI Convegno di Archeologia Subacquea e della Rassegna Internazionale di Giardini Naxos, alla presenza della moglie dell’assessore alla Cultura scomparso qualche mese fa in un incidente aereo, l’antropologa Valeria Li Vigni, suo successore alla guida della Soprintendenza del Mare.

Sebastiano Tusa non c’è, ma il suo carisma, il lascito dell’intellettuale visionario, infaticabile e generoso di idee e voglia di fare, è presente e tangibile fra tutti.

Ad aprire i lavori il direttore del Parco Archeologico Naxos Taormina, Gabriella Tigano, che ha organizzato il convegno insieme con la Soprintendenza del Mare. Quindi l’intervento di Sergio Alessandro, Direttore Generale del Dipartimento Beni Culturali della Regione Siciliana che ha ricordato la figura dell’illustre archeologo e assessore. CONTINUA…

Leave a Reply