Relitti

Relitto “Torquato Tasso”, immersioni subacquee per valutare lo stato di conservazione

By 23 Agosto 2019 No Comments

La nave datata 1856 che avrebbe dovuto impedire lo sbarco di Garibaldi affondò nel 1860: da allora riposa a 8 metri di profondità a largo di San Benedetto del Tronto. I sommozzatori hanno perlustrato l’area per capire le condizioni dello scafo Di Carlo Leone – 21 agosto 2019

Una delle immersioni subacquee per analizzare i resti del relitto della pirofregata
Una delle immersioni subacquee per analizzare i resti del relitto della pirofregata “Torquato Tasso” a largo di San Benedetto del Tronto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ricerche subacquee sono state condotte a largo della foce del fiume Tronto a San Benedetto per valutare lo stato di conservazione del famoso relitto cTorquato Tasso”, affondato nel marzo del 1860. L’attività in mare è stata condotta dal nucleo Carabinieri Subacquei di Pescara, assieme ai Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale di Ancona e della Compagnia Carabinieri di San Benedetto del Tronto e alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche.

I militari esperti nelle perlustrazioni dei fondali marini si sono concentrati in particolare sul vascello, detto anche “della Sentina”, per valutare le misure di tutela e di conservazione in situ. Il natante affondato ha una storia relativamente breve, divenuta negli anni spunto per vari racconti tramandati tra i pescatori che hanno raggiunto vari appassionati di immersioni subacquee di tutta Italia e non solo. Proprio per questo si stanno considerando iniziative di valorizzazione e strategie di ricerca.

continua…

Leave a Reply