News

Lavoro e sicurezza! Firma ora per rendere qualificata la professione del sommozzatore.

By 12 luglio 2018 No Comments

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO…

Lavoro e sicurezza! Firma ora per rendere qualificata la professione del sommozzatore.

Una buona qualifica può darti un buon lavoro e salvarti anche la vita.
Oggi però in Italia ci sono professioni importanti e rischiose che non sono adeguatamente regolamentate, come quella del diver (palombaro, sommozzatore) a molti ancora ignota, ma di estrema importanza, non solo a livello istituzionale (il corpo dell’esercito). I diver sono migliaia di professionisti che oggi, in Italia, si immergono a profondità anche elevatissime per le ragioni più disparate, dalla saldatura industriale, all’itticultura, al recupero di tesori archeologici. Questa attività non conosce una vera qualificazione italiana ed europea, con grave pregiudizio per chi vuole intraprenderla. Il problema non è solo quello della possibilità di lavorare all’estero con un diploma italiano, ma anche della garanzia di poterlo fare in Italia, nel nostro Paese, con professionalità e massima sicurezza, evitando i rischi mortali provocati da una scarsa preparazione.

La legge 07/2016 ha finalmente regolamentato i livelli di addestramento e qualifica oltre il livello di operatore in ambito portuale (OTS). Ha introdotto tre nuove qualifiche “normate” (“inshore air diver”, “offshore air diver/top up” e “offshore sat diver/saturazione”) grazie alle quali un aspirante diver otterrà il passaporto per poter operare nella subacquea industriale ai vari livelli previsti in Italia e all’estero così come succede già nel resto del mondo. In questo modo vengono tutelati sia il lavoratore, sia il datore di lavoro, sia le istituzioni, concorrendo così ad evitare i gravi rischi che oggi un professionista non in possesso delle corrette qualifiche va a correre. In questo modo, anche le professioni subacquee acquistano tutte le garanzie relative alla sicurezza dei lavoratori già previste dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, recante il testo unico in materia di sicurezza sul lavoro.

Il repertorio previsto dalla legge, doveva essere operativo dall’agosto 2016 ma ad oggi, per i diversi rallentamenti di carattere burocratico, non è ancora attivo.
È da troppo tempo che si rimanda la questione e il repertorio è un’urgente necessità: firma anche tu e passaparola!

Guarda il documentario: https://www.youtube.com/watch?v=WYWsCUNUMpM&feature=youtu.be

Lancia la tua petizione
La persona che ha lanciato questa petizione ha preso una posizione e ha agito. Vuoi fare lo stesso?
CLICCA SUL LINK SOTTOSTANTE

Lancia una petizione

Leave a Reply