News

Nuove regole per immergersi al Banco di Santa Croce

By 4 luglio 2018 No Comments

Vico Equense, pianificata la campagna informatica per la tutela del Banco di Santa Croce

Ambiente
di Antonino Siniscalchi

VICO EQUENE – Pianificata la gestione e la fruizione della zona di tutela biologica del Banco di Santa Croce, in concessione demaniale alla Città di Vico Equense. Nel corso di una riunione della commissione di tutela, cui ha partecipato anche l’Assessore al demanio Angelo Castellano, sono intervenuti il responsabile della commissione Antonino Miccio, direttore dell’A.M.P “Punta Campanella”, Carmela Guidone, laureata in scienze naturali e responsabile del Cea-Centro di Educazione Ambientale “Punta Campanella”, Antonella Esposito, laureata in biologia delle produzioni marine ed Enrica Gargiulo, laureata in scienze biologiche con indirizzo “Biodiversità, conservazione e qualità ambientale”. L’incontro è servito per prendere atto della sentenza del Tar, che ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato da alcuni diving. I Giudici amministrativi sono entrati nel merito, stabilendo la carenza di legittimazione a ricorrere in capo ai ricorrenti. La commissione per la gestione del Banco di Santa Croce, nominata con decreto del Sindaco Andrea Buonocore, a breve inizierà una campagna informativa rivolta a tutti gli operatori (diving) invitandoli ad accreditarsi al Comune di Vico Equense, poiché è previsto, per chi vorrà fare escursioni subacquee il pagamento di un diritto di segreteria per l’istruttoria delle pratiche.

Vietate, inoltre, le attività di didattica subacquea e consentite le visite guidate a opera dei centri d’immersione autorizzati solo ad alcune condizioni. Queste, infatti, dovranno essere svolte da professionisti con brevetto, in un numero di sommozzatori non superiore a 6 per ogni istruttore, per un massimo di 12 per ciascuna immersione. In base al regolamento approvato il Comune, si riserva la possibilità, a seguito di un monitoraggio, di stabilire e modificare il numero massimo d’immersioni al giorno e quello delle imbarcazioni presenti.CONTINUA…

Leave a Reply