Una macchina fotografica persa in mare nel 2015 è stata ritrovata, ed era ancora carica

Qualche giorno fa un gruppo di scolari di Taiwan impegnato nella raccolta di spazzatura su una spiaggia ha trovato una macchina fotografica chiusa in una custodia impermeabile completamente ricoperta di cirripedi. Una volta aperta la custodia gli scolari e il loro insegnante, Park Lee, hanno scoperto che la fotocamera, che evidentemente aveva passato molto tempo in mare, funzionava ancora ed era carica: le ultime foto scattate risalivano al settembre 2015 e mostravano un gruppo di persone giapponesi durante un’immersione subacquea. Inizialmente gli scolari pensavano di tenere per loro la fotocamera, ma poi hanno deciso di provare a ritrovarne il proprietario: Lee ha messo su Facebook alcune delle foto contenute all’interno della macchina, in un post scritto in giapponese e cinese.

Il post è stato condiviso più di 12mila volte e in un giorno la proprietaria della fotocamera si è riconosciuta nelle foto: si chiama Serina Tsubakihara e aveva perso la macchina durante una vacanza sull’isola di Ishigaki, circa 250 chilometri a est di Taiwan. La fotocamera le era caduta durante un’immersione, quando Tsubakihara si era affrettata a soccorrere un suo amico che aveva dei problemi con l’ossigeno. Su Facebook Tsubakihara ha ringraziato molto Lee e i suoi studenti e ha detto che andrà a trovarli a Taiwan a giugno. Per chi fosse interessato all’acquisto di una custodia affidabile per fare foto sott’acqua: il modello di Tsubakihara era questo, che però è specifico per macchine fotografiche Canon di due modelli, le PowerShot G11 e G12.

Leave a Reply