News

All’EUDI SHOW nella gabbia antisqualo virtuale con Riccardo Sturla Avogadri

By 22 gennaio 2018 No Comments

Tutti nella gabbia antisqualo virtuale con Riccardo Sturla Avogadri
Il progetto “Virtual Reality 6D” del sub ferrarese approda al salone Eudi di Bologna. E’ stato usato anche da Spielberg per il suo ultimo film
In tanti si chiedono che fine ha fatto il ferrarese Riccardo Sturla Avogadri, uno dei massimi esperti mondiali di squali. E’ andato a vivere a Boston e ha fatto studi sugli squali bianchi a Cape Cod, costa est del Massachusetts, e lì ha iniziato il progetto ‘Virtual Reality 6D’ con squali bianchi usato anche da Spielberg per il suo ultimo film.
Ma in cosa consiste questo progetto e dove si può vedere o provare? Immergersi all’interno di una gabbia antisqualo è un’esperienza capace di far scorrere fiumi di adrenalina dentro ogni subacqueo. Chi non ha mai provato avrà la possibilità di verificare cosa significa grazie a Riccardo Sturla Avogadri, esperto in squali da più di 30 anni con 2400 immersioni e con il titolo di Idcs/Tec instructor Padi nonché Ceo della Shark Academy Corp (Sac), un’associazione che, da più di 20 anni, organizza corsi e viaggi in tutto il mondo per ammirare gli squali in immersione.
In occasione di Eudi Show 2018 (il salone europeo delle attività subacquee di Bologna), infatti, Riccardo vi farà immergere in una vera gabbia antisqualo di acciaio, movibile, indossando un visore di realtà virtuale (Vr) che riproduce a 360 gradi una reale immersione, indossando guanti e giubbotto Hub capace di riprodurre la sensazione di indossare un autorespiratore. Durante i tre giorni di fiera, dal 2 al 4 marzo 2018, Sturla Avogadri, in collaborazione con gli organizzatori di Eudi, metterà a disposizione a titolo gratuito una straordinaria esperienza interattiva e radioguidata per scoprire cosa significa entrare in una gabbia antisqualo pur restando “con i piedi per terra”. L’attività ha una durata di 7 minuti, ma per la realtà e la spettacolarità delle scene e degli effetti speciali sarà vietata ai bambini sotto i 16 anni o a chi ha problemi di cuore, e richiederà, in ogni caso, la sottoscrizione di uno scarico di responsabilità.
L’esperienza si presenta altamente adrenalinica, di livello nettamente superiore a quanto visto con precedenti sistemi 3d, 4d o 5d. Ci s’immerge in una scena virtuale che non ha niente da invidiare a quanto accade in realtà.CONTINUA…

Leave a Reply