News

Immergersi tra Genova e Rapallo: la guida di Liguria Nautica (parte seconda)

By 9 gennaio 2018 No Comments

Immergersi tra Genova e Rapallo: la guida di Liguria Nautica (parte seconda)
Relitti, franate e lo splendido Parco marino di Portofino regalano a questo tratto di costa tanti siti di immersione tra i più belli d’Italia
di Riccardo Bottazzo

Continuiamo l’elenco dei più bei siti di immersione all’interno del promontorio di Portofino.
La Statua del Cristo degli Abissi

Il Cristo degli Abissi sul fondale di San Fruttuoso
Per quanto famosa, a mio modestissimo parere non vale un’immersione. Non a caso, l’hanno posta proprio nel tratto di mare meno interessante del parco. L’opera di bronzo realizzata dallo scultore Guido Galletti, è stata ideata dal padre storico della subacquea italiana, Duilio Marcante, per ricordare un amico scomparso in mare e posata sul fondale della baia di San Fruttuoso il 29 agosto del 1954.
Ai suoi piedi, successivamente, è stata sistemata una targa in ricordo di Marcante. Il Cristo si trova a meno 17 metri. Se proprio volete andarci, dopo averci girato attorno un paio di volte, fate una pinneggiata verso la bella parete che si trova là vicino e godetevi un po’ di biologia marina.
Lo scoglio del Dragone
Altra parete, dai 18 ai 43 metri, ricoperta di spugne coloratissime e di coralli infuocati, caratterizzata da una profonda spaccatura. Anche qui la corrente è sempre assente e la visibilità ottima a tutte le profondità. Un poco più impegnativo è scendere alla Colombara, dove si trova la famosa grotta, ma forse sarebbe meglio scrivere tunnel, con una entrata a 21 metri, una prima uscita a 18 e una seconda a 8 metri.
Più in profondità, a meno 36 metri, troviamo un’altra grotta ma cieca. Proprio sotto la punta del Faro di Portofino, tra i 10 ed i 28 metri, c’è una cigliata ricca di fenditure e di piccole grotte che sembra la trama di un arabesco. Anche qui, non mancano spugne, gorgonie e coralli sulle pareti, pesci di grosse dimensioni, come dentici, cernie e, in primavera e autunno, ricciole. CONTINUA…

Leave a Reply