Scoperto in Tunisia un cimitero di sottomarini inglesi e italiani


Seconda Guerra Mondiale: un sub belga scopre in Tunisia un cimitero di sottomarini inglesi e italiani
Tra Tabarka e Cap Negro. Per ulteriori ricerche necessarie apparecchiature più sofisticate. Forse sono affondati tutti dopo avere urtato delle mine. Avvertite le autorità britanniche e italiane.
Il subacqueo Misson

Un cimitero di sottomarini, con i relitti di sei mezzi della Royal Navy ed uno probabilmente della Marina italiana, affondati nel corso della seconda Guerra mondiale. E quello che dice di avere scoperto un sommozzatore amatoriale belga al largo di Tabarka, in Tunisia.

Jean-Pierre Misson, 78enne cittadino belga, stava conducendo sondaggi sul fondale utilizzando il sonar nelle acque territoriali tunisine tra Tabarka e Cap Negro quando ha scoperto quelli che ritiene essere relitti di 6 sottomarini britannici e di un altro, che pensa possa essere italiano, affondati durante la secondo Guerra mondiale. CONTINUA…http://www.globalist.it/world/articolo/2018/01/08/seconda-guerra-mondiale-un-sub-belga-scopre-in-tunisia-un-cimitero-di-sottomarini-inglesi-e-italiani-2017437.html

Lascia un commento