Parco archeologico di Baia, compaiono due nuovi mosaici


Parco archeologico di Baia, compaiono due nuovi mosaici
Erano coperti da sedimenti millenari, che sono stati la loro fortuna. Mantenendoli intatti nei secoli. E per la prima volta, oggi, vengono alla luce. Di più: da aprile saranno fruibili da tutti i visitatori del Parco archeologico sommerso di Baia. Due nuovi straordinari mosaici impreziosiranno i percorsi di uno dei più conosciuti siti al mondo, una città sommersa, una vera e propria Atlantide, che è meta quotidiana di appassionati di archeologia subacquea: uno, bicromo in bianco e nero, rappresenta due guerrieri ed è riconducibile all’epoca della Villa a Protiro, databile intorno al IV secolo dopo Cristo; sull’altro, un mosaico policromo, ancora si indaga per una datazione sommaria, ma si sospettano collegamenti cronologici con la Villa dei Pisoni, che risale al I secolo avanti Cristo. continua… http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/11/04/foto/parco_archeologico_di_baia_compaiono_due_nuovi_mosaici-180240529/1/#1

Lascia un commento