Recuperato reperto nell’area dove fu affondata la Nave Lince nelle acque di Punta Alice


Le operazioni sono state eseguite dal dr. Laratta e dal suo gruppo, con il coordinamento dei Funzionari archeologi dr.ssa Aisa e dr. Colelli, alla presenza del M.llo Cambria dell’ex Assessore Strancia
Le acque di Punta Alice hanno restituito un reperto, presumibilmente appartenente al relitto della torpediniera Lince della Regia Marina, la Nave che s’incagliò nel mare di Punta Alice, il 4 agosto del 1943 e fu affondata il 28 agosto del 1943 dal sommergibile inglese Ultor.
Ieri, mercoledì 18 ottobre 2017, sotto la direzione scientifica della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Provincie di Catanzaro, Cosenza e Crotone (SABAP-CS), sono state effettuate attività subacquee nelle acque prospicienti la costa settentrionale di Cirò Marina.
Le operazioni sono state eseguite dal dott. Francesco Laratta e dal suo gruppo di lavoro, con il coordinamento da terra dei Funzionari archeologi della Soprintendenza dott.ssa Maria Grazia Aisa e dott. Carmelo Colelli, e alla presenza dell’ex Assessore Strancia e il Maresciallo Cambria. continua.. http://www.ilcirotano.it/2017/10/19/recuperato-reperto-nellarea-dove-fu-affondata-la-nave-lince-nelle-acque-di-punta-alice/

Lascia un commento