Cagliari, scoperto il relitto di una nave basca: ha trasportato la Madonna di Bonaria?


Cagliari, scoperto il relitto di una nave basca: ha trasportato la Madonna di Bonaria?
L’indagine era cominciata anni fa e i risultati non erano mancati.
L’area portuale di Cagliari, rinchiusa tra i moli di ponente e levante, aveva confermato d’essere un immenso giacimento di materiali antichi, emergenze archeologiche, come le chiamano gli addetti ai lavori.
L’ultima “meraviglia”, indagati per un brevissimo periodo, sono i resti di una nave del tardo medioevo che gli archeologi subacquei della Soprintendenza hanno ribattezzato il “relitto di Bonaria”.
Le prime osservazioni sulla tecnica costruttiva di quel che resta dello scafo, o meglio, di quel che emerge dal basso fondale fangoso (la profondità è di appena 3,5 metri) hanno dato precise indicazioni.
Nave costruita nei cantieri nordici. Montaggio del rivestimento a clincker, tipico dei cantieri navali nordici ma anche baschi. Dalla Spagna, infatti, è molto probabilmente arrtivata l’imbarcazione risalente al XIV-XV secolo che aveva raggiunto l’Isola colando a picco nelle acque della marina di Cagliari.continua… http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2017/08/31/cagliari_scoperto_il_relitto_di_una_nave_basca_ha_trasportato_la-68-639366.html

Lascia un commento