Musei, il fantasma di quello dell’archeologia subacquea a Grado: dopo 25 anni è solo sul sito


Se ne parla da un quarto di secolo ed è stato pure inaugurato. Ma erano solo promesse. Un nuovo accordo tra istituzioni ora promette di posare la prima pietra del Museo che a Grado vedrà sorgere il Museo Nazionale di archeologia subacquea dell’Alto Adriatico. Che ad oggi esiste soltanto sulla pagina online del Mibact. “Ma andarci è inutile, è sempre chiuso”
di Manlio Lilli
Più informazioni su: Acqua, Friuli Venezia Giulia, Ministero dei Beni Culturali, Musei, Sovrintendenza
“La Regione favorirà l’apertura del Museo Nazionale di archeologia subacquea dell’Alto Adriatico, in quanto rappresenta lo strumento essenziale per valorizzare i resti della nave romana Julia Felix e costituisce nel contempo un valore aggiunto per l’offerta culturale e turistica di Grado e dell’intero Friuli Venezia Giulia”. Per l’assessore regionale alla Cultura, Gianni Torrenti, che alla metà di marzo é intervenuto a Grado ad un incontro organizzato per sollecitare l’apertura di una struttura  della quale si parla da quasi 25 anni, problemi non ce ne saranno più. Alla fine di maggio Luca Caburlotto, direttore del Polo museale Fvg ha spiegato che  “Entro l’autunno potremmo aprire una prima parte dell’edificio, per organizzarvi appuntamenti di presentazione dei contenuti scientifici del Museo”. continua…http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/06/07/musei-il-fantasma-di-quello-dellarcheologia-subacquea-a-grado-dopo-25-anni-e-solo-sul-sito/3637798/

Lascia un commento